Comunicato stampa

Il maestro Sartore Luigi Fant al 38° Congresso mondiale della Federazione di Alta Sartoria

E’ la decima volta che il presidente bellunese del mestiere partecipa all’appuntamento internazionale


  • Data: 29/8/2019

Il noto Maestro sartore e grand. uff. Luigi Fant di Limana ha partecipato per l’ennesima volta al Congresso della Federazione Mondiale di Alta Sartoria, che di edizioni ne conta 38 e che si è da poco concluso a Verona. Qui, in occasione della sfilata mondiale nel Loggiato della Gran Guardia, ha proposto in passerella un proprio modello di tre pezzi da donna composto da redingote, calzoni e gilet in cotone e cashmere. Ma ha avuto modo anche di essere invitato a intervenire al Congresso in rappresentanza della sartoria bellunese, ricoprendo infatti la carica di presidente provinciale dei Sarti di Confartigianato Belluno.
Quest’anno l’evento, che ha cadenza biennale, ha rimesso piede in Italia dopo parecchi anni di location in tutto il mondo. E’ sempre molto atteso dalla sartoria internazionale. Nella città scaligera per questo importante appuntamento sono giunte, infatti, oltre 350 persone provenienti da 24 Paesi, primo fra tutti Taiwan, sede centrale della Federazione mondiale dei Maestri Sarti, a dimostrazione dell’importanza di tale professione nel mondo.
Per il grand. uff. Luigi Fant si è trattato della decima partecipazione consecutiva ai Congressi mondiali con relativa presentazione di modello appositamente preparato. “Ci tenevo moltissimo a raggiungere questo traguardo - dichiara Lugi Fant - quale coronamento di una carriera professionale, ma soprattutto si è verificato in concomitanza della sede di Verona, la stessa nella quale nel 1995 ho sfilato al mio primo Congresso mondiale e città che, ancora nel lontano 1969, mi ha visto vincere il premio ‘Sartore d’oro’. Una Città che amo pure per altre coincidenze della mia vita”.
La lunga carriera del Sarto Fant è suggellata di numerose affermazioni e sigillata, proprio lo scorso anno, dal premio “Vita da sarto”, ma altrettanto dedicata alla trasmissione dei saperi, portando la propria esperienza professionale nelle scuole, seguendo studenti in stage oltre che avviando giovani bellunesi alla professione sartoriale.
La passione per il suo mestiere è la linfa quotidiana che giorno dopo giorno continua ad alimentare la voglia di creare abiti, di realizzarli, ma soprattutto di fare in modo che la tradizione del “fatto a mano” possa continuare nel tempo. “Il mio lavoro - spiega Luigi Fant - è la mia salute e ogni giorno entro nel mio laboratorio con nuova forza e con nuova voglia di creare abiti. Sto già pensando al prossimo Congresso mondiale dei Sarti che si terrà in Giappone nel 2021”.

Torna all'archivio comunicati





Il Sistema Associativo

  • Caaf Confartigianato
  • CRGA
  • Confartigianato Servizi
  • Feinar
  • Inapa