Artigiani e commercianti: secondo acconto INPS 2022

Condividi articolo:

La fine del corrente mese coincide con un’importante scadenza per gli artigiani ed esercenti attività commerciali iscritti alla gestione speciale INPS, di cui all’art. 2, comma 26, della Legge n. 335/1995.

 

Questi ultimi, infatti, sono tenuti a versare – entro il 30 novembre 2022 – il secondo acconto 2022 dei contributi IVS (invalidità, vecchiaia e superstiti) eccedenti il minimale imponibile INPS (pari, per l’anno 2022, a 16.243 euro).

 

Si precisa, sin da ora, che le aliquote da utilizzare per il calcolo del secondo acconto fanno riferimento all’anno 2022 – dettagliatamente indicate nella circolare INPS n. 22 dell’8 febbraio 2022 – pari al 24% per gli artigiani e al 24,48% per i commercianti.

 

L’occasione è dunque propizia per riepilogare i criteri di calcolo da utilizzare ai fini della determinazione dell’acconto, nonché le modalità attraverso le quali il professionista deve ottemperare a tale adempimento.

Cerca articoli

Cerca

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

Bilancio sociale 2023

È stato redatto il primo bilancio sociale di Confartigianato Imprese Belluno, documento fondamentale per ribadire gli scopi cui Confartigianato Belluno mira e i valori che

Leggi Tutto »