Ministero dell’Ambiente: Incentivi Per Colonnine Di Ricarica

Condividi articolo:

Dalle ore 10:00 del 26/10/2023 è operativo il contributo a fondo perduto per l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici effettuata da imprese e professionisti.

 

LEGGI IL DECRETO

 

I soggetti beneficiari sono rappresentati dall’insieme di imprese di qualunque dimensione, operanti in tutti i settori e su tutto il territorio italiano, iscritte al Registro delle imprese e dai professionisti.

 

Il contributo in conto capitale pari al 40% delle spese ammissibili è concesso ed erogato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica – MASE ed è gestito da Invitalia.

 

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente al 4 novembre 2021, al netto di IVA, ed oggetto di fatturazione elettronica per:

 

  • acquisto e messa in opera di infrastrutture di ricarica;
  • connessione alla rete elettrica;
  • progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi.

 

Le risorse disponibili sono pari a 87,5 milioni di euro e sono così ripartite per le tipologie di interventi:

 

a) 80% delle risorse al finanziamento degli interventi per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo inferiore ad euro 375.000,00 da parte di imprese;

b) 10% delle risorse al finanziamento degli interventi per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo pari o superiore a euro 375.000,00 da parte di imprese;

c) 10% delle risorse al finanziamento degli interventi per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica da parte di professionisti;

 

Di seguito gli allegati da compilare divisi per tipologia di intervento:

 

  • Interventi di cui alla lettera a) e c)

 

Allegato 1: IMPRESA – Modulo domanda di concessione

Allegato 1: PROFESSIONISTA – Modulo domanda di concessione

Allegato 2: Modello di relazione finale

 

  • Interventi di cui alla lettera b)

 

ALL 1CRE – Domanda di concessione

ALL 2CRE – Modelli utili alla richiesta delle informazioni antimafia

ALL 3CRE – Modulo richiesta erogazione

ALL 4CRE – Modulo di relazione finale

ALL 5CRE – Oneri informativi

 

La compilazione e l’invio delle domande dovranno avvenire online attraverso il sito di Invitalia con le seguenti tempistiche:

 

  • compilazione della domanda a partire dalle ore 10.00 del 26 ottobre 2023.

 

  • Per gli interventi di cui alla lettera a) e c) l’invio della domanda va effettuato dal 10 novembre 2023 e fino al 30 novembre 2023, tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 17.00:
    • acquisto e installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo inferiore a 375.000,00 euro da parte di imprese;
    • acquisto e installazione di infrastrutture di ricarica da parte di professionisti.

 

  • Per gli interventi di cui alla lettera b), cioè acquisto e installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo pari o superiore a 375.000,00 euro da parte di imprese, le domande di accesso al contributo dovranno essere inviate esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC), attiva e risultante da Registro delle Imprese, al seguente indirizzo PEC: CRE1@postacert.invitalia.it dalle ore 10.00 del 26 ottobre 2023 e fino alle 17.00 del 30 novembre 2023.

 

Tutti gli allegati dovranno essere firmati digitalmente dal professionista, legale rappresentante o dal procuratore speciale del richiedente.

 

Per accedere alla piattaforma di domanda online, sarà necessario essere muniti di sistema pubblico di identità digitale (SPID), carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS) e di una PEC attiva.

 

PRESENTA LA DOMANDA

Cerca articoli

Cerca

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

Bilancio sociale 2023

È stato redatto il primo bilancio sociale di Confartigianato Imprese Belluno, documento fondamentale per ribadire gli scopi cui Confartigianato Belluno mira e i valori che

Leggi Tutto »