Nasce il primo Cluster italiano del legno, plauso di Confartigianato Belluno

Condividi articolo:

Comunicato stampa n. 19/2023 del 21 luglio

 

“Filiera bosco fondamentale per l’economia e la lotta al cambiamento climatico”

 

Il cambiamento climatico ha mostrato la dirompente devastazione provocata dagli eventi atmosferici estremi anche negli ultimi giorni. Comelico, Cadore e Alto Agordino, hanno sperimentato danni ingenti da vento e temporali, a quasi cinque anni dalla tempesta Vaia. “La montagna è ancora una volta soggetto fragile. E in prima linea nella sfida al cambiamento climatico. Per questo diventa ancora più importante la valorizzazione del sistema forestale e della filiera del legno, elemento cardine della sostenibilità delle terre alte. Un plauso quindi all’iniziativa del Masaf, sottoscritta anche da Confartigianato, per la nascita del primo cluster italiano del legno”.

 

È quanto afferma la Presidente di Confartigianato Imprese Belluno, Claudia Scarzanella, presente ieri a Roma insieme al Direttore Michele Basso all’ufficializzazione del protocollo d’intesa che ha dato avvio al primo cluster italiano del legno, firmato al Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, alla presenza del Ministro Francesco Lollobrigida. Il cluster consentirà di rafforzare la filiera del legno, mettendo insieme il mondo della ricerca scientifica e della produzione, con l’obiettivo di far crescere un sistema foresta sano, sostenibile dal punto di vista economico rendendo interessante investire sul legno, e anche puntando forte sulle politiche green attraverso la captazione della Co2 del patrimonio forestale.

 

“Tra gli scopi del cluster, ci sono la promozione e il sostegno di iniziative rete tra mondo forestale e mondo della prima e seconda lavorazione del legno, il rafforzamento dei legami tra le imprese, le istituzioni territoriali e gli enti di ricerca, anche per sostenere il trasferimento tecnologico, creando sinergie nei processi di innovazione e di marketing. Tra i compiti principali, anche quello di valorizzare il prodotto legnoso nazionale, basato su principi di certificazione di qualità, di sostenibilità e di tracciabilità” dice la Presidente Claudia Scarzanella. Che sottolinea “il plauso all’iniziativa del Masaf, nella speranza che la regia unica di un cluster nazionale stimoli il confronto e la sintesi su una questione così importante per il nostro territorio come la filiera del legno, a partire dai boschi che stanno cambiando insieme al clima. Abbiamo la responsabilità di proteggere e valorizzare i boschi e la materia prima alla luce dell’importanza che rivestono per l’economia e l’ambiente dei nostri territori”.

Cerca articoli

Cerca

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

BANDO Stufe 2024

Al fine di contribuire alla riduzione delle emissioni di polveri sottili la Regione del Veneto, con Delibera di Giunta n. 639 del 10.06.2024, stanzia 4 milioni di Euro

Leggi Tutto »