Per il superbonus al 110% invio della CILA entro il 25 novembre

Condividi articolo:

Per poter rimanere nel regime del superbonus al 110% è necessario presentare la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA) entro il 25 novembre, dopo questa data, infatti, l’aliquota passerà al 90%. Il chiarimento arriva direttamente dalla Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, che ha presentato in conferenza stampa i principali contenuti del decreto legge “Aiuti quater”, licenziato dal Consiglio dei Ministri.

 

La fase transitoria tra l’aliquota attuale al 110% e quella ridotta al 90% sarà, dunque, di appena 15 giorni. “Il superbonus – ha spiegato Meloni – nasceva, meritoriamente, come misura che serviva a rimettere in moto la nostra economia dopo la pandemia. Ne abbiamo condiviso le finalità, ma il modo in cui è stata realizzata ha creato molti problemi”.

 

In sostanza:

 

dal 2023 l’agevolazione scenderà dal 110% al 90% per i condomini e riaprirà le porte, con la stessa percentuale del 90%, alle abitazioni unifamiliari: a patto però che siano utilizzate come prima casa da proprietari che rientrino in una soglia di reddito (15.000 euro innalzati in base al quoziente familiare); la percentuale diventa del 70% nel 2024 e del 65% nel 2025.

 

Proroga della fine lavori agevolati al 110% del 2022 sino al 31.03.2023 – Viene introdotta la possibilità di allungare di tre mesi la finestra temporale all’interno della quale si applica il Superbonus 110% per le villette. Il testo modifica infatti il termine, dal 31 dicembre 2022 al 31 marzo 2023, entro cui spetta la detrazione, a condizione che al 30 settembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.

 

La riduzione al 90% in sostanza non si applicherebbe ai lavori per i quali, alla data di entrata in vigore dell’Aiuti quater (25 novembre), era già stata presentata la CILA, anche se gli oneri fossero sostenuti nel 2023.

Cerca articoli

Cerca

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

BANDO Stufe 2024

Al fine di contribuire alla riduzione delle emissioni di polveri sottili la Regione del Veneto, con Delibera di Giunta n. 639 del 10.06.2024, stanzia 4 milioni di Euro

Leggi Tutto »