Sicurezza di cantiere

Condividi articolo:

Comunicato stampa n. 7/2024 del 29 febbraio

 

Zatta: “no alla penalizzazione delle MPI: obbligo attestazione SOA per tutti i cantieri (per non avere patente a crediti) troppo onerosa ed irraggiungibile per chi fattura meno di 250 mila euro”

 

“Siamo contrari ad una norma che, da un lato introduce la patente a crediti, un meccanismo inutile, farraginoso e pieno di incertezze e lacune applicative che rischia di non produrre alcun risultato positivo in termini di riduzione degli infortuni sul lavoro, e dall’altro individua una “esenzione” estendendo però l’attestazione SOA a tutti i cantieri, sia pubblici che privati, penalizzando le piccole imprese che non sono in grado di raggiungere l’attestazione SOA sino ad oggi necessaria solo per i lavori pubblici”. E’ il commento preoccupato di Fabio Zatta, Presidente del mestiere Edilizia di Confartigianato Imprese Belluno, alle norme per rafforzare la sicurezza sul lavoro e il contrasto al sommerso approvate dal Consiglio dei ministri nel più ampio decreto Pnrr.

 

“La sicurezza è per noi una priorità fondamentale –aggiunge– ma non può essere garantita da un decreto o, peggio, attraverso la burocrazia. Servono certamente regole chiare e applicabili senza  dubbi interpretativi, vanno coinvolti gli Enti Bilaterali paritetici, costituiti tra le organizzazioni imprenditoriali e i sindacati dei lavoratori, come ha evidenziato il Ministro Calderone; si deve lavorare sulla prevenzione e sulla formazione, va garantita l’applicazione corretta dei contratti collettivi nazionali e dei contratti integrativi regionali di lavoro del settore e promosso  l’associazionismo d’impresa che diffonde la cultura della legalità. Come Confartigianato Imprese Belluno –prosegue– siamo allineati a Confartigianato Imprese Veneto nel mettere in atto iniziative mirate a migliorare la sicurezza sul lavoro nel settore edile artigiano a testimonianza dell’impegno dell’associazione nel garantire un ambiente lavorativo sicuro e protetto per gli artigiani edili, impiantisti, del legno e del marmo. Grazie all’apporto degli Enti Bilaterali è stata garantita l’effettività della formazione obbligatoria per tutte le categorie, con particolare attenzione agli artigiani edili e agli impiantisti. In tal modo ci si è posti l’obbiettivo di assicurare che tutti i lavoratori del settore siano adeguatamente preparati e informati sui protocolli di sicurezza sul lavoro”.

Cerca articoli

Cerca

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

BANDO Stufe 2024

Al fine di contribuire alla riduzione delle emissioni di polveri sottili la Regione del Veneto, con Delibera di Giunta n. 639 del 10.06.2024, stanzia 4 milioni di Euro

Leggi Tutto »