Fine del mercato tutelato per le microimprese

Condividi articolo:

Il mercato tutelato terminerà il 31 marzo per le seguenti categorie:

  • microimprese (meno di 10 dipendenti e fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro) titolari di soli punti di prelievo con potenza contrattualmente impegnata non superiore a 15 kW;
  • clienti non domestici diversi dalle microimprese titolari di soli punti di prelievo con potenza contrattualmente impegnata non superiore a 15 kW.

 

Sarà pertanto necessario scegliere un’offerta luce, gratuitamente, senza sostituzione del contatore e senza interruzione della fornitura elettrica.

 

Per chi, alla data del 1° aprile, non avesse ancora effettuato tale scelta, la fornitura sarà garantita dal servizio a tutele graduali predisposto da ARERA. Tale servizio viene erogato da venditori selezionati attraverso specifiche procedure concorsuali ed ogni area territoriale è servita da un solo fornitore.

 

Dal 1° aprile 2023 al 31 marzo 2027, l’area territoriale cui appartiene la Provincia di Belluno, e che vede ricompresi anche il Friuli Venezia – Giulia, il Trentino – Alto Adige, Venezia e Verona avrà come fornitore Hera Comm S.p.A. che provvederà ad inviare ai propri clienti una comunicazione con le seguenti informazioni:

 

  • riferimenti dell’esercente (sito web e contatti);
  • motivo e data di attivazione del servizio e le condizioni di erogazione;
  • modalità di spedizione delle bollette;
  • diritto di recesso dal contratto;
  • riferimenti al Portale Offerte e allo Sportello per il consumatore Energia e Ambiente.

 

Condizioni contrattuali

Le condizioni contrattuali corrispondono a quelle delle offerte a Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela (offerte PLACET) (modalità e tempistiche di fatturazione, contenuto dei documenti di fatturazione, garanzie da richiedere al cliente, tempistiche e modalità di pagamento, modalità di rateizzazione e di applicazione degli interessi di mora in caso di mancato pagamento da parte del cliente finale).

 

Condizioni economiche

Le condizioni economiche relative alla Spesa per la materia energia sono basate sui valori consuntivi del PUN e comprendono corrispettivi a copertura degli altri costi di approvvigionamento e commercializzazione. Il prezzo pagato dai clienti finali dipende anche dal livello dei parametri offerti da ciascun esercente il Servizio a Tutele Graduali in ciascuna area territoriale di assegnazione del servizio.

 

Come si compone il prezzo

  • Spesa per la materia energia:
    Costi di approvvigionamento (Prezzo variabile dell’energia elettrica calcolato su valori consuntivi del prezzo all’ingrosso (PUN ex post) e costo del dispacciamento) + Livello base dei costi di sbilanciamento: definito dall’Autorità prima delle aste + Un prezzo unico nazionale determinato sulla base dei prezzi di aggiudicazione delle aste
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: invariata e analoga al mercato libero
  • Spesa per oneri di sistema: invariata e analoga al mercato libero

 

Per info:

Matteo VISIGALLI

Ufficio energia aziende

Tel. 0437-933277

energia@confartigianatobelluno.eu

Cerca articoli

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

Convenzioni 2024: EOLO

Tra le Convenzioni a disposizione degli associati, imprese e persone, vi ricordiamo che è sempre disponibile la Convenzione con EOLO, azienda leader nel campo della

Leggi Tutto »