“Aiuti ter” – 2: crediti energetici prorogati di due mesi e rafforzati

Condividi articolo:

Ribaditi per i consumi di ottobre e novembre, e con maggiore intensità, i contributi alle imprese per l’acquisto di luce e gas. L’agevolazione è estesa alle aziende con contatori meno potenti

 

L’articolo 1 del Dl 144/2022 conferma – per ulteriori due mesi – i contributi straordinari, sotto forma di crediti d’imposta, in favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale.

 

La misura di tutte e quattro le tipologie di bonus è incrementata di 15 punti percentuali e, attraverso una sensibile riduzione del requisito della potenza minima disponibile del contatore (da 16,5 a 4,5 kW), risulta decisamente ampliata la platea dei beneficiari del credito destinato alle “non energivore”, con accesso consentito a tante imprese di dimensioni minori, come bar, ristoranti e negozi.

 

I beneficiari dei bonus energetici avranno tempo fino al 31 marzo 2023 per utilizzare in compensazione gli importi spettanti; in alternativa, potranno cedere i crediti ad altri soggetti che, in ogni caso, dovranno sfruttarli entro lo stesso termine.

 

A quella data, inoltre, è spostata anche la scadenza per “spendere” i contributi relativi al terzo trimestre, che il “decreto Aiuti bis” aveva invece fissato al 31 dicembre 2022.

 

Imprese non energivore
Fortemente ampliato, quindi, il bacino dei potenziali fruitori del credito d’imposta per le imprese non energivore.

 

Si accede al bonus se il prezzo della componente energetica acquistata nel terzo trimestre 2022, al netto di imposte e sussidi, è in media aumentato più del 30% per kWh rispetto allo stesso periodo del 2019.

 

Il credito è pari al 30% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica utilizzata nei mesi di ottobre e novembre 2022 (la misura è doppia rispetto al bonus per il trimestre luglio-settembre).

 

Imprese non gasivore
Lo stesso bonus del 40% sulla spesa sostenuta per l’acquisto di gas naturale, consumato nei mesi di ottobre e novembre 2022, per usi energetici diversi da quelli termoelettrici, spetta anche alle imprese diverse da quelle gasivore, sempre che il prezzo medio di riferimento relativo al terzo trimestre 2022 abbia subìto un incremento superiore al 30% rispetto allo stesso trimestre del 2019.

 

Per info:

Ufficio Energia – Matteo Visigalli

Numero: 0437/933277

E-mail: energia@confartigianatobelluno.eu

Cerca articoli

Cerca

Ultimi articoli

Categorie
Archivi
Hai bisogno di aiuto o hai un dubbio?

Se desideri più informazioni o vuoi richiedere una consulenza, scrivici o chiamaci.

CONTATTACI

Articoli Correlati

Bilancio sociale 2023

È stato redatto il primo bilancio sociale di Confartigianato Imprese Belluno, documento fondamentale per ribadire gli scopi cui Confartigianato Belluno mira e i valori che

Leggi Tutto »